Il mal di gola (faringite o faringotonsillite) è una causa molto frequente di consulto del Pediatra e spesso,anche, di prescrizioni di antibiotici; i sintomi più comuni sono arrossamento della gola, ingrossamento delle ghiandole linfatiche del collo, placche, febbre, mal di testa e,a volte, anche tosse.

Nella maggiorparte dei casi si tratta di una malattia benigna che si risolve spontaneamente in circa 5-7 giorni.

La causa è quasi sempre un’infezione causata da virus, soprattutto virus respiratori, come rhinovirus, coronavirus, adenovirus , virus dell’influenza e virus parainfluenzali. Anche altre infezioni virali possono causare faringiti, come gli Herpes virus, ed i virus che causano la mononucleosi come l’Epstein-Barr virus e il Cytomegalovirus.

Per le forme virali non esiste terapia specifica; la febbre, già di per se stessa, rappresenta un eccellente meccanismo di difesa dell’organismo contro i virus.

Solo in circa 1/3 dei casi, invece, la faringite/faringotonsillite è causata da un batterio, lo Streptococco Beta Emolitico di Gruppo A (comunemente detto SBEA), ma quasi mai al di sotto dei 3 anni di vita.

 

DIAGNOSI

La diagnosi deve necessariamente essere fatta dal Pediatra che, visitando il bambino, può decidere se sia il caso o meno di effettuare il Tampone Faringeo (eseguibile anche in studio, il cosiddetto test rapido per la ricerca dello SBEA); non esistono, infatti, segni o sintomi clinici certi che permettano di distinguere con assoluta certezza una faringite virale da una batterica.

Il Pediatra potrà valutare gruppi di sintomi in grado di aumentare la probabilità della diagnosi: il metodo più usato è il cosiddetto punteggio di Mc Isaac che valuta la temperatura, l’età del bambino (inferiore o superiore ai 3 anni), la presenza o meno di tosse, l’ingrossamento delle linfoghiandole del collo, la presenza di tonsille gonfie con placche.

TERAPIA DELLA FARINGOTONSILLITE

La terapia della farngotonsillite non causata dallo Streptococco è rappresentata dal ricorso ai comuni antinfiammatori, come Paracetamolo e Ibuprofene ed eventualmente dal ricorso a terapie “locali” come spray ( anche a base di Propoli).

Nel caso di positività del Tampone Faringeo allo Streptococco Beta Emolitico di Gruppo A, è necessario ricorrere alla terapia antibiotica.

 

Le linee Guida raccomandano una terapia antibiotica con Amoxicillina (antibiotico di prima scelta)per bocca per 10 giorni, al dosaggio di 50 mg/Kg.


PERCHE ’E’  NECESSARIO L’ANTIBIOTICO NELLE FARINGOTONSILLITI DA SBEA? 

La necessità di ricorrere all’antibiotico è quella di scongiurare il rischio di complicazioni reumatiche (“febbri reumatiche” che possono avere conseguenze serie come interessamento cardiaco oppure artriti). Tali conseguenze sono attualmente un evento rarissimo nei paesi sviluppati.

 

Bisogna,però, ricordare che circa un terzo dei pazienti trattati correttamente con la terapia antibiotica, risultano positivi al test successivo e che circa 1/4-1/5 dei bambini e degli adolescenti sani, nel periodo invernale, risultano comunque positivi al tampone faringeo: questo significa che sono portatori asintomatici e non hanno bisogno di essere trattati nuovamente con antibiotici.

Anche per questo motivo, non esiste ragione per eseguire un tampone faringeo a fine terapia; ciò che conta realmente è la guarigione clinica.

Pertanto si ribadisce l’importanza di non somministrare inutilmente antibiotici.

Non esiste una “terapia preventiva”specifica per la faringotonsillite; importante è non esporre il piccolo al fumo di sigaretta, all’inquinamento dei gas di scarico e all’umidità eccessiva nelle abitazioni.

Vale ,comunque, il principio della prevenzione basata su un sano stile di vita: alimentazione corretta che comprenda frutta e verdura di stagione, sport e, quando possibile, vita all’aria aperta! Questo aiuterà i nostri bambini a tenere alte le difese immunitarie e a contrastare possibili infezioni da batteri comunemente presenti nell’ambiente in cui viviamo.

 

Fonte:

http://biobimbi.com/mal-di-gola-tonsillite-antibiotici-si-o-no/

https://www.uppa.it/medicina/malattie-e-disturbi/mal-di-gola-che-fare/

www.sipps.it/pdf/lineeguida/faringotonsillite.pdf

 

  1. Copia cache
  2. Simili

 

 

http://assr.regione.emilia-romagna.it/it/servizi/pubblicazioni/rapporti-documenti/faringotonsillite-guida-rapida-2015