la quinta malattia

La quinta malattia ( o megaloeritema o eritema infettivo) è una malattia esantematica di natura virale , causata dal Parvovirus B19 ; generalmente si manifesta nei bambini in età prescolare ( dopo i 5 anni) e scolare, soprattutto nei mesi primaverili.

Si tratta di una forma virale benigna che generalmente non determina complicanze.

 

COME AVVIENE IL CONTAGIO ?

 

Il contagio avviene per via respiratoria, attraverso le goccioline di saliva infette. Il rischio di trasmissione va dalla settimana prima dell’inizio dei sintomi fino alla comparsa dell’esantema.

L’incubazione è in media tra 4 e 14 giorni, ma può arrivare fino a 3 settimane.

 

COME SI MANIFESTA LA QUINTA MALATTIA ?

 

In genere prima della comparsa delle manifestazioni cutanee la malattia è asintomatica; la diagnosi , pertanto, si può porre con la comparsa dell’esantema tipico. Qualche volta possono essere presenti pochi sintomi, come febbricola, mal di gola o raffreddore.

La malattia è caratterizzata da 3 fasi :

  1. comparsa improvvisa a livello delle guance di un eritema ; sono normalmente risparmiati bocca, mento e fronte; pertanto il piccolo assume l’aspetto tipico a “guance schiaffeggiate” ; questo arrossamento in genere scompare nel giro di 2-4 giorni
  2. dopo un tempo variabile da 1 a 4 giorni dalla comparsa dell’esantema sul volto, l’eruzione si estende agli arti e ai glutei, risparmiando gomiti, dorso e torace: L’aspetto tipico è quello di maculo-papule, isolate oppure confluenti, di colore roseo con aspetto “ a rete”, tipico proprio della quinta malattia.
  3. fase della riacutizzazione dei sintomi: la quinta malattia ha una durata da 2 a 4-5 settimane, con possibili ricomparse, però, dell’esantema in caso di esposizione al sole, al calore, dopo esercizio fisico o in seguito a bagni caldi.

 

POSSIBILI COMPLICANZE

 

Normalmente nei bambini la quinta malattia non dà complicanze ; negli adolescenti o negli adulti può dare , seppur raramente, artriti oppure dolori articolari che scompaiono nel giro di pochi giorni.

 

COME SI CURA ?

 

Dal momento che si tratta di una malattia esantematica virale benigna, non esiste una particolare terapia, se non sintomatica con ricorso, ove necessario, di antipiretici come il Paracetamolo; l’unico accorgimento eventualmente da adottare è l’evitare l’esposizione al sole e a bagni con acqua calda.

Dal momento che il contagio massimo è prima della comparsa dell’esantema, alla comparsa delle manifestazioni cutanee è possibile frequentare la comunità.

 

 

Immagine di Stai Bene.

 

 

LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTA PAGINA NON DEVONO IN ALCUN MODO SOSTITUIRE IL RAPPORTO MEDICO-PAZIENTE; SI RACCOMANDA AL CONTRARIO DI CHIEDERE IL PARERE DEL PROPRIO MEDICO PRIMA DI METTERE IN PRATICA QUALSIASI CONSIGLIO O INDICAZIONE RIPORTATA