La pulizia del nasino è importantissima nei bambini piccoli, a partire dai primissimi mesi di vita e dovrebbe far parte dell’igiene quotidiana, soprattutto fino a quando il piccolo non sarà in grado di soffiarsi il naso da solo.

Che  sia raffreddato o meno, infatti, la pulizia del naso è fondamentale per aiutare il piccolo , che fino a sei anni respira solo con il naso,, a respirare meglio, proteggendolo dall’ingresso di virus, batteri ed agenti inquinanti.

Il nasino libero è pertanto la migliore garanzia contro le principali infezioni respiratorie, come raffreddori, otiti, faringiti e bronchiti.  Se la mucosa ( ossia il tessuto di rivestimento) è libera e non ristagna muco, infatti può svolgere meglio il suo ruolo di difesa nei confronti degli agenti infettivi o irritanti esterni.

Il naso, infatti, svolge l’importante funzione di rendere più pulita l’aria che l’organismo respira.

Ecco perché è importante tenere il nasino sempre pulito, rimuovendo il muco in eccesso! Il muco rappresenta un ottimo ambiente per la proliferazione di microrganismi dannosi. Naso, gola e bronchi comunicano tra di loro ; il muco e l’infiammazione del naso possono risalire verso l’orecchio attraverso le tube di Eustachio, provocando un’otite.

Il naso tappato, inoltre, disturba notevolmente il piccolo, che respira male, fa fatica a mangiare e spesso anche a dormire.

COME ESEGUIRE CORRETTAMENTE IL LAVAGGIO NASALE

I  lavaggi nasali si possono effettuare utilizzando soluzione fisiologica ; esistono in commercio pratici flaconcini monodose; in alternativa si può ricorre alla soluzione fisiologica  in flaconi più grandi.

Occorrente: soluzione fisiologica e siringa ( SENZA AGO!!) ; quantità di soluzione fisiologica da utilizzare:

  • Da 5 ml se il bambino ha meno di 12 mesi
  • 10 ml se il bambino ha tra 12 mesi e 3 anni
  • 20 ml  se il bambino ha oltre 3 anni

COME SI FA

L’operazione è semplice, anche se molti bimbi ( soprattutto quando sono più grandicelli) non la gradiscono affatto e tenerli fermi diventa abbastanza difficile! Aspirare nella siringa la quantità di fisiologica prevista per l’età e quindi rimuovere l’ago

  • Se si tratta di un lattante, stendete il piccolo sul fasciatoio oppure sul lettino e ruotate il capo da un lato.
  • Nei bambini più grandi , avvicinarsi al lavandino , far flettere la testa
  • al bambino in avanti e ruotarla da un lato.
  • Introdurre delicatamente la punta del flaconcino oppure la siringa all’ingresso della narice superiore, direzionata verso l’orecchio dello stesso lato
  • Spruzzare il liquido delicatamente, ma con fermezza; vedrete il liquido uscire dalla narice opposta ( se , ad esempio, avete inclinato la testa del bambino verso la vostra destra, spruzzerete la soluzione nella narice destra del bambino: uscirà dalla narice sinistra).
  • Per i bambini più grandicelli, dopo il lavaggio far soffiare bene il naso, una narice per volta e ripetere l’operazione dall’altro lato.
  • A volte, soprattutto nei bambini più piccoli, può essere necessaria l’aspirazione del muco in eccesso dopo il lavaggio; per eseguirlo si possono utilizzare gli appositi aspiratori acquistabili in farmacia e abbastanza pratici.

Alternativa: spray con fisiologica o soluzione ipertonica.

Consigli tratti e modificati da:

http://bambini.corriere.it/2013/10/15/lavaggi-nasali-ecco-perche-sono-cosi-importanti/

http://www.bambinopoli.it/neonato/igiene-del-neonato-la-pulizia-del-nasino/2242/

http://www.bimbisaniebelli.it/neonato/cura-bebe/lavaggio-nasino-bebe

http://www.nostrofiglio.it/tag/lavaggi-nasali

 

 

Qui potete guardare un video utile su Youtube  sul lavaggio nasale

 

https://www.youtube.com/watch?v=nFSY6A_lPTo&t=44s