malattia mani piedi bocca

La malattia mani, piedi, bocca o Coxsackiosi, è una malattia infettiva  benigna che colpisce soprattutto i bambini molto piccoli ( è molto frequente la sua diffusione negli asili nido) , e generalmente fino all’età prescolare.

E’ causata dal virus Coxsackie A 16 ; è più frequente da tarda primavera fino all’estate.

 

COME AVVIENE IL CONTAGIO ?

 

Il contagio, molto facile negli ambienti chiusi , come l’asilo nido o la scuola materna, avviene attraverso le goccioline di saliva emesse con la tosse o gli starnuti, oppure attraverso contatto diretto con saliva o muco infetto del paziente nella prima fase della malattia; nella seconda fase conclusiva della malattia, il contagio avviene tramite contatto con le feci del paziente infetto.

L’incubazione  in genere va da 3 a 6 giorni prima della comparsa dei sintomi.

 

COME SI MANIFESTA LA MALATTIA MANI, PIEDI, BOCCA ?

 

La malattia si può manifestare con febbre, non sempre presente, non elevata ( difficilmente sopra i 38-38,5 °C), malessere generale, a volte mal di gola e , in certi casi, dolori addominali.

Compaiono quindi le eruzioni cutanee, soprattutto a livello del cavo orale, della mani, dei piedi e talvolta anche dei glutei.

Le lesioni hanno l’aspetto di piccole vescicole, non pruriginose e che scompaiono spontaneamente dopo circa una decina di giorni. Le lesioni a livello del cavo orale, (afte) , sono invece dolorose e spesso responsabili del malessere del piccolo che fatica a mangiare ed anche a ingerire liquidi. 

 

COME SI CURA ?

 

La malattia è di per sé benigna; non esiste terapia specifica, ma solo sintomatica, come uso di Paracetamolo in caso di febbre.

Nel caso di intenso dolore causato dalle afte, si raccomanda di adottare un’alimentazione liquida , fredda ( evitare minestrine o alimenti caldi) e di non forzare comunque il piccolo a mangiare.

 

POSSIBILI COMPLICANZE

 

La malattia è assolutamente benigna e normalmente non dà luogo a complicanze.

Un discorso a parte merita il possibile contagio in gravidanza per le possibili complicanze per il feto.

 

Non esistendo una cura preventiva né una terapia specifica, si raccomanda alle donne incinte di tenersi lontano da persone infette e di adottare le semplici regole di massima igiene ( lavaggio accurato delle mani, evitare il cambio dei pannolini dei bambini infetti) ; nel caso di contatto si raccomanda la segnalazione al Ginecologo che segue la gravidanza.

 

Immagine di Nostrofiglio.

LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTA PAGINA NON DEVONO IN ALCUN MODO SOSTITUIRE IL RAPPORTO MEDICO-PAZIENTE; SI RACCOMANDA AL CONTRARIO DI CHIEDERE IL PARERE DEL PROPRIO MEDICO PRIMA DI METTERE IN PRATICA QUALSIASI CONSIGLIO O INDICAZIONE RIPORTATA